Archivio fotografico Gianni Saracchi

L' Archivio fotografico Gianni Saracchi è costituito dal materiale prodotto e raccolto dal fotografo corbettese Gianni Saracchi.
L’archivio ha dimensioni notevoli; comprende, infatti, duecentosessantamila negativi (tra cui 500 lastre di vetro), 6.200 positivi e 2.300 diapositive, sia in bianco e nero che a colori, oltre a materiale filmico, attrezzature fotografiche, pubblicazioni sulla fotografia e sulla storia di Corbetta, prodotti o raccolti dalla fine degli anni '40 al 2000; comprende anche originali e riproduzioni di fotografie di anni precedenti, dalla fine dell'Ottocento  sino al 1930.
Si tratta, per la maggior parte, di immagini convenzionali che, tuttavia, riprendendo gli avvenimenti lieti e tristi (battesimi, matrimoni, funerali), eventi civili e religiosi, nonché l’ambiente e le attività produttive di Corbetta, documentano i cambiamenti nella vita e nei costumi della cittadina nel corso di mezzo secolo.
L’intero complesso documentale è stato acquistato nel 1996 dal Comune di Corbetta. Dalla fine del 1998 è stato avviato, inoltre, il riordino del materiale, attualmente completato a cura di un' archivista incaricata, Monica Di Barbora. La consultazione dell’archivio è ora facilitata dall’esistenza di quasi 4.000 schede di catalogazione informatizzata.
Diverse immagini originali di Gianni Saracchi compaiono nell'articolo "Cinquanta anni da fotografo di paese", pubblicato (a cura di Monica Di Barbora, in collaborazione con Adolfo Mignemi)  nel 2003 nel mensile di storia contemporanea  "Millenovecento"; sono state inoltre realizzate inoltre due importanti mostre  per promuovere il patrimonio fotografico dell'archivio:  "Tra piazze e cortili. La vita nel centro storico attraverso le fotografie dell'Archivio Gianni Saracchi" nel 2004, e "Mira  il tuo popolo..." nel 2005.

L'Archivio fotografico è ubicato presso il Palazzo comunale di Corbetta, in via Cattaneo 25.
Cliccando qui  è possibile effettuare ricerca online.

REGOLAMENTO PER ACCESSO, DUPLICAZIONE E CONCESSIONE IN USO DEI MATERIALI FOTOGRAFICI DELL’ARCHIVIO SARACCHI

L’Archivio fotografico Gianni Saracchi è aperto al pubblico. L’accesso al materiale è condizionato ad alcune norme generali, indispensabili alla tutela del patrimonio conservato, nonché delle norme legali inerenti gli archivi, a partire dalla tutela del diritto d’autore e della tutela della privacy.

informativa privacy

1. La consultazione avviene su appuntamento, previa domanda scritta di accesso all'Archivio -  che specifichi motivi e finalità della ricerca -  utilizzando l’apposito modulo (scaricabile dal  sito della Biblioteca e del Comune).

- modulo accesso archivio

2. Al ricevimento della domanda, il Servizio Cultura e Biblioteca contatterà il richiedente per confermare l'autorizzazione all'accesso all'Archivo e fisserà, se necessario, un appuntamento (nei giorni e orari di apertura della Biblioteca), presso la sede dell’Archivio,  per la ricerca dettagliata del materiale richiesto,  per la visione ed eventuale duplicazione  di copie digitali dello stesso o di stampe fotografiche.

3. La richiesta di duplicazione, da effettuarsi per iscritto, dovrà prevedere, oltre all’indicazione del materiale di cui si desidera copia, chiara indicazione della finalità di impiego. In allegato le tariffe per l'acquisizione di copie digitali e stampe fotografiche in bianco e nero manuali (che saranno realizzate a cura del Comune presso uno studio fotografico specializzato).

- modulo richiesta duplicazione

- tariffario duplicazione

4. I tempi di attesa per l’evasione della richiesta e la duplicazione del materiale variano  in base alla quantità dello stesso;  in caso di richiesta di stampe fotografiche la tempistica dipende dalla disponibilità dello studio fotografico incaricato.

5. I pagamenti relativi al materiale richiesto devono essere effettuati in Tesoreria Comunale utilizzando apposita distinta di versamento prima della consegna del materiale  o prima della stampa fotografica.

- distinta di versamento

6. Sono assolutamente proibiti il prestito o la cessione di materiale originale di qualsiasi natura.

7. Il Comune di Corbetta  si riserva il diritto di negare la riproduzione di materiali in cattivo stato di conservazione, per i quali la riproduzione si configurerebbe come un atto particolarmente distruttivo, capace di mettere a rischio la sopravvivenza stessa del documento.

8. Chi “acquisisce” l’immagine  ha diritto di utilizzarla unicamente per lo scopo dichiarato nella richiesta e per una sola volta.

9. Chiunque utilizzi materiali dell’archivio per pubblicazioni, esposizioni o altro è tenuto a rispettare alcuni criteri minimi di edizione indicando: autore dell’immagine, luogo, data, soggetto dell’immagine, dati archivistici del documento, integrità o meno della riproduzione. I sopraccitati vincoli verranno comunicati all’acquirente all’atto della sua richiesta.

10. E’ fatto inoltre obbligo, nel caso di pubblicazione dei materiali, dell’invio di copia dell’opera, o di un estratto significativo da cui siano pienamente accertabili gli adempimenti concordati nel caso il costo dell’opera stessa superi di molto il costo complessivo dei materiali. In caso di mancato adempimento il Comune si riserva il diritto di rivalersi, anche in forma economica, nei confronti dell’acquirente.

11.  Ai sensi del D. lgs. del 30.06.2003  n. 196  “Codice in materia di protezione dei dati personali “ e del “trattamento di dati sensibili da parte di soggetti pubblici" si rende noto che i dati personali ricavabili dalla presente domanda di ammissione alla consultazione vengono raccolti ai soli fini istituzionali, ai sensi delle vigenti leggi e disposizioni che regolano la materia archivistica e che tali dati non verranno comunicati o diffusi ad altri soggetti pubblici o privati,  se non alla Soprintendenza per i Beni Archivistici della Lombardia.


Per info :

Servizio Cultura e Biblioteca Comunale
piazza 25 aprile 10
tel.  0297204370
fax 029770429
mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.